Cura dei capelli,  Erbe Ayurvediche,  Hennè - Erbe tintorie

Ma è vero che con le erbe tintorie non si usa il metallo?

Benvenuto nel blog di Veronica Dambr, la tiktoker che usa il cibo per curare pelle e capelli. In questa sezione parleremo delle erbe tintorie e Ayurvediche, usate dalla medicina orientale per far fronte a vari problemi dermatologici e del cuoio capelluto.

Oggi chiariamo un dubbio molto diffuso che riguarda l’utilizzo del metallo che interferirebbe con le erbe tintorie.

è vero che con le erbe tintorie non si usa il metallo?

No. L’hennè e le erbette se sono 100% naturali non interferiscono in alcun modo con i metalli. Il rischio di reazioni indesiderate è possibile solo con hennè non puri, che contengono cioè picramato di sodio, e argille.

Che cos’è il picramato di sodio?

Si tratta di un colorante sintetico che viene aggiunto all’henné allo scopo di ottenere una colorazione più intensa in tempi molto brevi. Risulta tossico se presente in percentuale superiore allo 0,2%, ma negli henné in commercio nell’ambito dell’Unione Europea la quantità di picramato rispetta i dei limiti di legge. Può causare allergia. Nell’INCI è indicato con il nome di sodium picramate. La preparazione di henné che contengono questa sostanza avviene mescolando la polvere con acqua ed applicando l’impacco immediatamente; il tempo di posa è di un’ora.

Come faccio a scegliere erbe 100% naturali?

Bisogna assicurarsi che l’inci riposti soltanto il nome scientifico delle erbe tintorie e ayurvediche.

Spero che l’articolo ti sia stato utile,

per qualsiasi dubbio scrivimi in DM su instagram, rispondo sempre.

un abbraccio,

Veronica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *