Viaggi

Budapest Instagrammabile: 16 cose da vedere

Qualche settimana fa, dando un’occhiata ai voli e agli alloggi low cost, ho deciso di partire alla scoperta della capitale ungherese che molti definiscono, per somiglianza, “la Parigi dell’est” nata dall’unione di due storiche città: Buda e Pest!

Parlamento, veduta dal bastione dei pescatori

Ma iniziamo subito con la guida senza perderci in chiacchiere.

Dove ho alloggiato? Nel quartiere ebraico di Pest, una zona ben collegata dai trasporti e fornita di locali in cui mangiare e supermercati abbastanza grandi dove poter fare la spesa, soprattutto se si preferisce affittare un appartamento come ho fatto io. Il bilocale che ho preso è Questo qui : il proprietario si è dimostrato gentile, preciso, puntuale, ci ha dato delle informazioni sulla città e si è reso disponibile per qualsiasi problema. L’appartamento era pulito, confortevole e l’accoglienza davvero ottima. Se ti registri su Airbnb per la prima volta, mediante questo link riceverai 34€ di sconto sulla tua prima prenotazione. Prendine nota, magari ti potrà servire.

Qual è stato il mio itinerario? Te lo dico subito e ti allego anche i prezzi e gli orari delle attrazioni.

Giorno 1

Metropolitan Ervin Szabo Library: Se sei un amante dei libri e degli ambienti che ricordano tanto la bella e la bestia questo è il luogo adatto a te. è una biblioteca antica, in stile barocco, dove gli studenti dell’università si fermano a studiare dopo le lezioni. Può essere visitata da chiunque e si possono fare fotografie stupende. Il biglietto costa circa 5 € ed è aperta dalle 10:00 alle 20:00

Metropolitan Ervin Szabo Library

Ice Bar: Se sei alla ricerca di bar strani e locali che offrono delle esperienze l’ice bar di Budapest è il luogo che fa per te. In una stanza separata dal pub sorgono sculture fatte interamente di ghiaccio nella quale si può sorseggiare un buonissimo cocktail sia alcolico che analcolico in un bicchiere fatto di ghiaccio. La temperatura presente è di – 1°, è consigliato rimanere dentro per circa 30 minuti, ti verrà offerto un poncio da mettere addosso e una bevanda calda nel pub adiacente alla stanza.

Ice Bar Budapest

Giorno 2

Parlamento: Si trova vicino al Danubio nella parte di Pest. Ho prenotato i biglietti su questo sito alle 10:30 accompagnati da una guida turistica che parla italiano (non si può andare senza guida). Vale davvero la pena ascoltare la storia di Budapest, ammirare la corona dei Re, assistere al cambio della guardia ed entrare in quelle meravigliose stanze riccamente decorate. L’ho trovato molto suggestivo. Il prezzo del biglietto si aggira attorno ai 10 € prenotandolo online. Se sei uno studente avrai uno sconto.

Le scarpe sulla riva del Danubio: Si trova vicino al parlamento ed è un’istallazione in memoria delle vittime dell’olocausto. Si tratta di scarpe che ricordano la moda degli anni ’40. Durante la seconda guerra mondiale i soldati ungheresi mettevano in fila la popolazione ebrea vicino al Danubio, faceva togliere le scarpe che venivano poi riutilizzate e infine la fucilavano gettando i corpi nel fiume. Vale davvero la pena vederle. Brividi.

Le scarpe sulla riva del Danubio, Budapest

Budapest Eye: è la ruota panoramica di Budapest, simile a quella londinese ma molto più piccola. Un giro nella cabina costa all’incirca 15€, ma la foto da sotto, vicino la fontana è gratis! hahaha

Budapest Eye

Cat Cafe: Ti piacciono i gatti? Sei alla ricerca di un locale particolare in cui prendere il The per riscaldarti dal gelo ungherese? Questo è il posto adatto a te. Prima di entrare ti verranno fornite delle regole da leggere e rispettare come igienizzarsi le mani prima di toccare i gatti, non infastidirli, non dare loro da mangiare ecc.

Museum Sweet and Selfie: Sei alla ricerca di foto particolari da pubblicare sul tuo profilo instagram? Non ti piacciono i musei classici? Hai voglia di divertirti o non sai cosa fare in un giorno di pioggia? Allora dovresti spendere 15 € qui dentro. Anzi no, con 15 € puoi visitare ben 2 musei dei selfie! Mi sono divertita un sacco ed è bellissimo scattare foto senza essere giudicata. Lo fanno tutti, ci entrano appositamente! L’ho trovato geniale. Orari: 10:00 – 20:00

Giorno 3

Bastione dei Pescatori: è una struttura neogotica situata su una collina vicino al Danubio nella parte di Buda, si arriva con i trasporti ed è gratis. Aperto dalle 9:00 alle 23:00. Ti consiglio di andare la mattina presto quando non è affollato da turisti, altrimenti è impossibile scattare fotografie degne di nota. Dalle torri e dalla terrazza con vista panoramica si può ammirare l’isola margherita, la zona di Pest e la collina di Gellert. Il bastione prende il nome dalla corporazione dei pescatori che era stata incaricata di difendere questo tratto di mura della città durante il medioevo.

Chiesa di S. Matthia: si trova di fronte al bastione dei pescatori, particolare è il tetto decorato con motivi che vanno dal giallo all’arancione. Aperta dalle 9:00 alle 17:00, il biglietto costa sui 4€.

Chiesa di San Mattia, Budapest

Gellert Hill: alla base della collina c’è una chiesa costruita nella roccia, molto affascinante. Il prezzo del biglietto è circa 5 € ed è compresa un audioguida in italiano. Qui ho scritto su un foglietto una preghiera che ho lasciato in un contenitore, magari chissà… I miei desideri si avvereranno!

Cittadella: Proseguendo su per la collina si arriva ai piedi della statua della liberà (diversa da quella newyorchese) dove ci sono alcuni mercatini di souvenir o bar che vendono delle bevande calde. Si sa, fa freddo! Si gode di una vista panoramica stupenda!

New York Cafe: Se non vuoi spendere 5€ per un semplice espresso NON ENTRARE. Se invece desideri scattare una foto in quello che è stato definito il più bel caffè al mondo consuma al volo una bevanda e ammira i decori che ti circondano, un ritrovo per artisti, intellettuali e sognatori.

Vintage Garden: Se invece cerchi un caffè instagrammabile dai prezzi normali, ti suggerisco il Vintage Garden arredato in stile shabby-chic con fiori, sedute vintage e una particolare attenzione ai dettagli.

Vintage Garden Bar, Budapest

Giorno 4

Ponte della libertà: mi ricorda un po’ lo stile newyorchese, soprattutto di notte quando è illuminato. Collega Buda a Pest ed è attraversato dai caratteristici tram gialli. Una foto qui è d’obbligo!

Sinagoga grande: Sei mai stato in una sinagoga ebraica? Se sei a Budapest devi andarci! è vero, il biglietto è un po’ caruccio (15 €), ma la spiegazione dettagliata che fa la guida italiana ne vale assolutamente la pena. Questa sinagoga è la più grande di Budapest ed è una delle poche al mondo ad avere annesso un cimitero. Le lapidi hanno tutte la stessa data di morte (1945) perché in quell’anno gli ebrei venivano rinchiusi nelle sinagoghe e spesso morivano di freddo e di stenti, dunque per necessità adibirono il giardino a cimitero. Gli ebrei non lasciano fiori sulle tombe ma solo dei sassolini perché durano più a lungo; l’anima di una persona scopare quando viene dimenticata. Ti sono venuti i brividi vero? Devi assolutamente visitarla! Il biglietto comprende anche il museo.

Szechenyi termal bath: Sono le terme più belle di Budapest. Quando sono andata fuori c’erano 5 gradi e nella piscina all’aperto 29! Il biglietto online costa 22 € ed è compresa anche la cabina per cambiarsi. Al tuo arrivo ti verrà consegnato un braccialetto con il quale puoi accedere alle terme e aprire e chiudere la cabina. Devi portarti da casa un asciugamano, le ciabatte e il costume. Non c’è soltanto la piscina esterna ma anche diverse piscine interne con temperature differenti, saune e bagni turchi. Ti consiglio di andare alle terme l’ultimo giorno della tua vacanza e di visitarle per ultimo step. Dopo sarai così rilassato che vorrai soltanto andare a casa a dormire hahah. Orari: dalle 9:00 alle 22:00

Come spostarsi a Budapest? All’arrivo in aeroporto acquista il biglietto per i trasporti: comprende metropolitana, bus e tram. Ho fatto quello per una settimana e mi è costato 15 €. All’uscita dall’aeroporto con questo biglietto puoi prendere il bus 200 E che fa più fermate rispetto al 100 E che invece è diretto ma deve essere pagato a parte.

Tram, Budapest

All’ingresso della metropolitana ci sono i controllori a cui mostrare il biglietto, non va inserito in nessun macchinario.

Cosa mangiare a Budapest? La cucina ungherese è molto calorica e ricca di spezie. Spero che tu abbia uno stomaco in grado di digerire anche le pietre! hahaha. Se la sera sei stanco e non ti va di uscire scarica l’app NetPrincer e ti verrà consegnato il cibo direttamente a casa tua pagando con la carta di credito. Il Gulash è il piatto tipico ungherese per eccellenza; è una zuppa di carne bovina, cipolle, carote, patate, paprika e peperoncino. A me è piaciuto tanto il csirkepaprikas, cioè il pollo alla paprika servito con del riso. C’è anche una sorta di pizza fritta farcita a proprio gusto che si chiama Langos. Ovviamente non puoi non mangiare il kurtoskalacs, il dolce più antico dell’ungheria! è un rotolo di pasta dolce cosparso a piacere con cioccolato, cocco, vaniglia, zucchero ecc. Se ti piace la grappa, quella di Budapest è la Palinka e per quanto riguarda gli amari è immancabile l’unicum.

kurtoskalacs, il dolce più antico dell’Ungheria

Altre informazioni aggiuntive: Non tutti parlano l’inglese, qualcuno parla italiano soprattutto chi lavora nei centri turistici. La moneta ungherese è il fiorino. Prima di partire scarica l’app per sapere a quanto corrisponde il cambio euro-fiorino. Cerca i “Change money” che hanno una percentuale bassa di tassazione. Se puoi non cambiare i soldi in aeroporto perché il tasso è al 4% quindi ti daranno meno soldi.

Spero di esserti stata d’aiuto, se hai domande scrivi un commento o contattami su instagram: @Veronica.dambr

Un abbraccio,

Veronica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *