Veronica Dambr

Non lasciare che i tuoi sogni restino solo sogni...
10 consigli per avere una gallery instagram perfetta… o quasi

10 consigli per avere una gallery instagram perfetta… o quasi

“Ciao Vero, posso farti una domanda? Ma come fai ad avere così tanti followers su instagram?”

“Ehi Vero! Puoi dare un’occhiata alla mia gallery e darmi qualche consiglio su come migliorare la resa grafica?”

“Vero aiutami, sono disperata. Secondo te i colori della mia gallery vanno bene?”

“Veronicaaaaaaaa Quali app usi per modificare le foto?”

“Vero ma io adoro i tuoi sondaggi! Dove trovi i tuoi sfondi? Come fai a cambiare i font?”

Insomma Veronica, ma vuoi tenere tutto per te o vuoi dare una mano anche a noi?!?!?!?!?

Queste sono solo alcune delle domande che giornalmente mi vengono poste riguardo l’aspetto del Feed di instagram – tranne l’ultima. L’ultima me la sono inventata – per le più varie ragioni: c’è chi ha la passione per la fotografia e vuole creare una sorta di portfolio online; chi aspira a diventare un influencer al pari di Chiara Ferragni; chi vuole condividere con una vasta comunità di persone un proprio messaggio o un progetto o un’idea di vita; chi ha scritto un libro e ha la necessità di farsi conoscere oppure -i miei preferiti- chi ha tantissime passioni da voler condividere e non ha la benché minima idea da dove iniziare. In quest’ultimo caso credo di rientrarci appieno.

Quando ho cominciato a fare quello che faccio (tra l’altro ancora non mi è del tutto chiaro) mi rivolgevo le stesse domande e in un anno ho incrementato la mia pagina instagram arrivando ad avere all’incirca 34mila followers che mi scrivono ogni giorno. Allora perché non fare una breve giuda di tutte le cose che ho imparato? Perché non mettere a disposizione degli altri tutte le informazioni che mi sono dannata a cercare nei vari siti e blog in questi mesi?

“Perché sei pigra” risponderà qualcuno avendo anche ragione, ma oggi mi sento magnanima e affronterò con te il primo step per iniziare ad essere instagram dipendenti. Pronti?

1.1 COME AVERE UN FEED INSTARGRAM PERFETTO… o quasi:

  1. QUAL E’ IL TUO OBIETTIVO?

Prima di avventurarti in questa selva selvaggia ed aspra chiamata “instagram” dovresti avere chiaro in mente un progetto lineare e coerente da portare avanti per ogni scatto e didascalia.

Per questo motivo ti inviterei a rispondere a queste semplici domande:

  • Che argomento voglio trattare? Cucina, lifestyle, sponsorizzazione di prodotti, foto ai fiori, libri, appunti di studio, pesca, tramonti, paesaggi, fitness, spiritualità, arte, musica, animali ecc.
  • Ho la capacità di scrivere delle caption in italiano corretto mettendo le virgole e i punti al posto giusto usando meravigliosamente bene anche le “H” e i congiuntivi? Questo è un punto molto importante del quale non parla quasi nessuno. Ho degli istinti omicidi quando mi ritrovo a leggere delle didascalie piene di errori, senza senso logico alcuno e che non danno maggior valore al contenuto fotografico postato. Ve lo giuro, vi ammazzerei tutti quando scrivete “oggi sono andato ha mare e è stata una giornata bellix. Se avrei portato il mio cane si fosse divertito tantix.” OMMIODIO CHE OBBROBRIO VI DAREI L’ERGASTOLO.
  • Ho la volontà e la pazienza sufficienti per impegnarmi, migliorarmi ed aggiornarmi in continuazione sulle migliori tecniche da adottare per crescere sempre di più? Si perché instagram è un vero e proprio impegno dal momento che il suo algoritmo cambia ogni tot di mesi e le strategie di crescita che trovi in internet variano a seconda del suo più recente aggiornamento, quindi è molto facile scoraggiarsi e bestemmiare tutti i santi esistenti quando noterai – perché lo noterai- che le tue foto avranno poca visibilità da un giorno all’altro e ti verrà voglia di strapparti i capelli preda di una crisi isterica. Okay sto esagerando, ma lo sconforto arriverà davvero.
  • Ho sufficiente apertura mentale da accogliere i suggerimenti altrui e farne tesoro?
  • Sono consapevole che non posso obbligare o minacciare le persone affinchè premano il tasto “segui”? C’è gente che lo fa davvero. Da un lato mi dispiace togliere il follow agli account che pubblicano soltanto “BUONGIORNISSIMOOOOOO KAFFèèèè???!?!?!?” ma se quei contenuti non sono in linea con ciò che voglio vedere sulla mia home, non mi puoi minacciare in direct dicendomi “MACCOME TI SEI PERMESSA A TOGLIERMI IL FOLLOW! A me queste cose non piacciono proprio eh?!11! guarda che ti blocco se lo fai un’altra volta.” E a questo proposito voglio dirti, dopo tante strategie che ho provato – ti assicuro che sono state tantissime, alcune anche illecite infatti molti mi hanno bloccata he he he- di seguire soltanto gli account che sono in linea con il tuo pensiero e i contenuti che hai intenzione di postare. Non ritrovarti in queste situazioni bizzarre come me.

 

  1. PERCHE’ DOVREI SEGUIRTI?

Dai un motivo agli altri per cliccare sul tasto “segui”. Se non si pubblicano delle foto pensate, di qualità, modificate tutte con un certo filtro e con una caption interessante, la quale invita a lasciare un commento, chi credi ti seguirà?

Dipende tutto dal tuo obiettivo. Se la tua intenzione è quella di creare un profilo privato con i tuoi selfies sfocati, di notte, con il flash o le foto al compleanno del gatto, al matrimonio di tua zia, in pizzeria con i cugini accompagnata dalla caption che recita “cuginanza”… IO NON TI SEGUIRO’.

 

  1. PRENDI ISPIRAZIONE:

Se il tuo obiettivo, ad esempio,  è quello di divetare un influencer o una fashion blogger, dovresti seguire degli account “perfetti” e prendere ispirazione dalle loro foto, dal filtro che usano per modificarle, dalla loro disposizione in gallery, dai soggetti e anche dalle pose. Ma NON COPIARE! Crea il tuo stile, condividi il tuo messaggio, fatti amare per il semplice fatto che un altro come te al mondo non esiste ed è questo il tuo più grande potere. Non solo nella vita reale, ma anche in quella online! Le persone apprezzano maggiormente chi ha una spiaccata personalità e non ha paura di metterla in mostra. Quindi perché fingere di essere qualcun altro?

  1. SCEGLI UN TEMA:

Ce ne sono tantissimi e tutti molto interessanti, ti posto i miei preferiti

 

  1. LA RISOLUZIONE DELLE IMMAGINI:

Personalmente amo le foto scattate con le macchinette professionali, io ad esempio ho una Reflex, ma ammetto di aver fatto qualche scatto davvero figo anche con l’iphone.

La mia scelta preferita? Rimane sempre la mia amata canon.

  1. I LUOGHI IN CUI SCATTARE:
  • Niente foto al buio o con i flash. Si alla luce naturale!
  • Non caricare foto prese da internet, furbetto.
  • Le foto in casa dopo un po’ rompono le ballsssss.
  • Vai in giro per la tua città, sono sicura che ci sono davvero tantissimi luoghi carini che ti sono sfuggiti.
  • Inventati qualche scatto originale. Siamo stanchi di vedere la solita posa, i soliti abiti, il solito tavolo, il solito muro al quale ti sei affezionato. Io, per esempio, adoro gli scatti con le lucine di natale. Me le porto ovunque anche  in pieno agosto. Ma io sono psicopatica, sarei in grado di fare l’albero di natale in spiaggia pur di avere uno scatto strambo – una volta sono caduta sfracellandomi un ginocchio perché volevo la foto mentre saltavo da un muro. Ecco, questa magari è una soluzione estrema da non replicare-.
  • Si possono fare foto brutte anche in luoghi stupendi e viceversa. Sta tutto alla tua inventiva, alla tua testa, al tuo cuore e alla tua visione del mondo dietro al mirino.

 

  1. NON AZZARDARTI AD USARE L’APP DI INSTAGRAM PER SCATTARE:

non è molto consigliata. Instagram serve solo per postare le foto ma non per scattarle né tantomeno per modificarle. Sarebbe bello poter costruirsi un feed originale usando l’effetto “NASHVILLE” regalatoci dall’app. ma converrai con me che non è il massimo… usa piuttosto la fotocamera del tuo cellulare. Quella esterna ovviamente. Ha più pixel, quindi una resa migliore.

  1. APP PER MODIFICARE LE FOTOGRAFIE:

Ci sarebbe da fare un post a parte per questo argomento e probabilmente sarà il prossimo che scriverò – io ne uso tantissime-  ma posso dirti che la mia preferita è Vsco cam, non saprei come fare senza.

  1. GLI HASHTAG:

gli hashtag sono tutte quelle parole che iniziano per “#”. Sono semplicemente delle parole chiave che evidenziano l’argomento a cui la tua foto rimanda. Il nuovo algoritmo di instagram (2018) premia maggiormente chi utilizza dai 5 ai 10 hashtag (nonostante se ne possano usare 30) da posizionare all’interno della didascalia (quelli nei commenti non funzionano più) e che siano quanto più specifici possibili.

  1. LA DIDASCALIA:
  • Niente italiano correggiuto. Solo frasi grammaticalmente impeccabili. Ricordatevi che per ogni congiuntivo sbagliato esiste al mondo uno studente di lettere moderne che vorrebbe soffocarvi. Io, ad esempio.
  • Poni delle domande in modo tale da invitare i tuoi followers a commentare creando così un legame autentico con loro.
  • Sono più efficaci le caption brevi e intense. Devi destare una sorta di emozione in chi ti osserva e ti legge, in maniera da spingere i tuoi seguaci a interessarsi al tuo modo di pensare, di vedere la vita. Vedrai che attirerai attorno a te una comunità di persone molto simili. La lunghezza della caption, in realtà, è molto arbitraria. Io, ad esempio, sono solita scrivere dei papiri che gli scribi egiziani in confronto si vergognerebbero. Sono consapevole che molti non hanno tutto questo grande interesse nel perdere due miseri minuti del proprio tempo per leggere ciò che scrivo, ma non mi importa. C’è anche chi fortunatamente mi caga, mi apprezza e rimane a dialogare con me scambiando idee e pensieri produttivi.

 

Bene, penso di essere stata abbastanza esaustiva nell’affrontare questo primo argomento riguardante il magico mondo di instagram.

Nei prossimi post vedremo insieme:

  • Quali sono le app con cui modifico le foto
  • Come aumentare i propri followers
  • Le ig stories
  • L’algoritmo di instagram
  • Altri argomenti che mi verranno in mente in seguito 😛

 

Fammi sapere cosa ne pensi e se hai domande non esitare a scrivermi.

Ricordati di seguirmi su instagram se ancora non lo fai @Veronica.dambr

Un abbraccio,

Veronica.

Leave comment